• Benvenuto sul nuovo portale di
    Mons. Giuseppe Mani

  • Giuseppe Mani

    Cattedrale Web

Buona novella

La festa di Dio

La festa di Dio

Ogni domenica è la festa della S.S Trinità perché è il giorno di Dio, la risposta al Primo e Massimo comandamento “Ricordati di santificare le feste” anche se la Chiesa vuol dedicare alla fine del periodo Pasquale una domenica particolare al mistero di Dio stesso che è il primo dei due “Misteri principali della nostra santa Fede”: L’unità e la trinità di Dio.

Una brava Persona

Una brava Persona

Trovandomi in una particolare difficoltà mi rivolsi ad una donna del Popolo dove ogni domenica andavo a celebrare la Messa chiedendogli di pregare per me. Lei prontamente ripose “Stai tranquillo, don Giuseppe, adesso lo dico allo Spirito Santo e vedrai che tutto andrà a posto”. E perché proprio allo Spirito santo? Perché è una brava Persona.

Ripieni di gioia

Ripieni di gioia

La speranza è costitutiva per tutta la vita: perderla è tragico. Tutti abbiamo conosciuto ore di tristezza: momenti infinitamente lunghi in cui abbiamo perso il senso di tutto…..E’ stato sufficiente un sussulto, un atto di volontà di non voler perdersi nel vuoto che ci hanno fatto resistere alla morte. Di più abbiamo scoperto che il Signore era in fondo a noi, era nel cuore della nostra debolezza. Quanti dicono che il Signore è la Roccia solida su cui si sono appoggiati per risalire, per ritrovare progressivamente la propria vita?

Il Vescovo Risponde

La chiesa insegna ancora la verità?

La chiesa insegna ancora la verità?

“In questo periodo storico in cui mancano risposte chiare e le persone sono disorientate e in cui c’è sete di certezze, perché la Chiesa ha smesso di essere un riferimento saldo, chiaro e sicuro? Lo dico da agnostico, non da credente”

Formazione permanente

Una omelia da non perdere

Una omelia da non perdere

Una omelia da non perdere, per questo ve la giro perché possiate anche voi compiacervi sulla verità annunciata dall’Arcivescovo di Parigi Mons. Aupetit: si giustificano le cattive azioni con buoni sentimenti. 

Lettera della settimana

Un profeta del nostro tempo è tornato alla casa del Padre: Jean Vanier

Un profeta del nostro tempo è tornato alla casa del Padre: Jean Vanier

La cosa più importante non è fare delle cose per i poveri, ma di entrare in rapporto con loro, di aiutarli a trovar fiducia in loro stessi e scoprire i propri doni.” Questo è Jean Vanier, quella persona straordinaria che ho incontrato una sola volta, per un solo pomeriggio quando, sapendo che era a Roma, lo volli al Seminario Romano per farlo conoscere ai miei seminaristi che ne rimasero segnati. Era nato il 10 settembre 1928.

Facebook

Iscriviti alla newsletter

Scrivi a Mons. Giuseppe Mani

Scrivia Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright © 2019 giuseppemani.it - Powered by NOVA OPERA

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioni Ok