• Benvenuto sul nuovo portale di
    Mons. Giuseppe Mani

  • Giuseppe Mani

    Cattedrale Web

Buona novella

Chi è Gesù?

Chi è Gesù?

Il Vangelo di oggi ci ripropone la questione dell’identità di Gesù. Ogni uomo di buona volontà deve riconoscere che è un uomo “che viene dall’alto”, Colui che il Padre ha inviato. E’ il primo passaggio abbligato della fede. Ora c’è da fare il secondo: riconosciuta l’origine e l’identità di Gesù non si tratta che di seguirlo dove Egli va: verso la Pasqua, cioè a dire attraverso il male umano. Gesù pone questa questione a Cesarea di Filippo, la città più a nord di questo viaggio. I suoi apostoli lo hanno accettato e ricosciuta la sua identità, accettano di seguirlo anche a malincuore sulla via della Pasqua.

La vendetta di Dio

La vendetta di Dio

La prima lettura di questa domenica parla della vendetta di Dio. “Ecco il vostro Dio: giunge la vendetta!”. Nutriti come siamo del messaggio di Cristo l’affermazione di Isaia ci stupisce non poco anche se non è raro sentir parlare di un Dio vendicativo da certi profeti di sventura. Come è possibile attribuire a Dio un sentimento così orribile come la vendetta? Si pensa ad una metafora. Ma questa vendetta non è come quella degli uomini, non assomiglia alla nostra.

L'interiore e l'esteriore

L'interiore e l'esteriore

Il Vangelo di oggi ci presenta due problemi: la questione della tradizione che soppianta i comandamenti e la questione di ciò che sporca l’uomo.

La prima questione: la tradizione. Il Deuteronomio lega le prescrizioni alla prossimità di Dio. Nella prima lettura si parla di tutti i comandamenti e le norme. Con questo non si designa soltanto i comandamenti ma anche tutte le prescrizioni legali compreso lavarsi le mani prima del pranzo; ciò che Gesù chiama “le tradizioni degli antichi”. “Qual’ è la grande nazione di cui Dio sia vicino come il Signore?”. Le prescrizioni avevano lo scopo di inserire la fede e il culto in tutti i dettagli della vita, anche i più piccoli. Tutto è religioso per Israele, tutto è occasione per una relazione con Dio. Questo non è affatto sorpassato: è vero che la nostra fede, la nostra speranza e il nostro amore si giocano in tutto, in tutte le cose. Tutto è compreso nell’Alleanza. Allora perché Gesù critica queste tradizioni?

Lettera della settimana

Da dove cominciare

Da dove cominciare

La confusione continua. Quotidianamente ci vengono date notizie sulle difficoltà del Papa che sembra addirittura alla ricerca, non dico della soluzione del problema, ma dell’ atteggiamento da tenere: silenzio o intervento.
La settimana scorsa sono stati a Roma circa trecento vescovi da tutto il mondo per incontri vari e il Papa ha loro delineato la figura del vescovo come “Uomo di preghiera, che vive in mezzo al suo popolo e consapevole di essere scelto da Dio”.

Discernimento

Il discernimento - Esame di coscienza V tempo

Il discernimento - Esame di coscienza V tempo

“Fare dei propositi adeguati per emendarsi dai difetti”
Eccoci arrivati alla conclusione. Nella misura in cui l’esame sarà stato fatto nella verità e nella solitudine della propria coscienza in dialogo con Dio non può mancare il riconoscimento di ciò che resta da fare: cambiare.. E’quasto il momento più impegnativo perché la tentazione della fuga è continua.

Facebook

Iscriviti alla newsletter

Scrivi a Mons. Giuseppe Mani

Scrivia Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright © 2017 giuseppemani.it - Powered by NOVA OPERA

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioni Ok