• Benvenuto sul nuovo portale di
    Mons. Giuseppe Mani

  • Giuseppe Mani

    Cattedrale Web

Buona novella

La vita e la morte

La vita e la morte

VI Domenica del T.O.

“A ciascuno sarà dato ciò che a lui piacerà”. Creando l’uomo , Dio gli ha dato il potere di ricrearsi, cioè di farsi ad immagine e somiglianza dell’Amore. Questo significa che si crea aperto alla comunione e all’unità; è l’umanità riunita nell’amore che è l’uomo uno ad immagine di Dio Uno. Questo significa che si crei “secondo la legge”. La legge che si riassume nel comandamento dell’Amore dice i tratti dell’immagine di Dio. Quando l’umanità non si costruisce secondo l’Amore piomba nella vertigine della morte e dell’uccisione attraverso la strada della volontà di dominio...

La luce e il sale

La luce e il sale

V Domenica del T.O.

Il mondo non è sufficientemente illuminato, non è sufficientemente saporito? Tutti abbiamo apprezzato la bellezza di un paesaggio, di un’opera d’arte, di un film, di un romanzo. “Benedetto sii tu Signore per frate sole, per sora acqua che è umile et preziosa et casta” canta Francesco di Assisi. Eppure Gesù ci dice “Voi siete la luce del mondo, voi siete il sale della terra”, cosa vuol dire? Ci vuol dire che Voi credenti, voi miei discepoli siete lo splendore del mondo, la sua charme, il suo sapore, la sua luce. Perché?.

La luce di Cristo

La luce di Cristo

IV Domenica del T.O.

Son trascorsi quaranta giorni da Natale e la Chiesa ci fa celebrare l’offerta di Gesù al tempio da parte di Maria e Giuseppe come doveva avvenire per ogni Primogenito. Ci sarebbe tanto da dire su questa festa tutta intima ma soffermiamoci su quella che è la parte rituale e che ha dato il nome a questa giornata “La Candelora”. Oggi infatti si torna in chiesa e come per il battesimo ci viene consegnata una candela con cui si va in processione per la chiesa cantando a Gesù “Luce delle genti”. Poi si porta a casa la candela come segno di benedizione. Le candele accompagnano sempre i gesti più importanti della nostra preghiera e, ovviamente non certo per far lume, essendoci la luce elettrica, ma per simboleggiare la fede indispensabile per ogni gesto religioso che poniamo.

La vita e la morte

La vita e la morte

VI Domenica del T.O.
La luce e il sale

La luce e il sale

V Domenica del T.O.
La luce di Cristo

La luce di Cristo

IV Domenica del T.O.

Lettera della settimana

Ciò che fa la differenza sostanziale

Ciò che fa la differenza sostanziale

L’arrivo del Natale ci offre un’occasione per precisare alcune cose indispensabili da sapere.
Vivendo in un ambiente multiculturale in cui è facile incontrare persone di altre confessioni e religioni e assistendo al triste spettacolo dei fondamentalismi che non permetto agli altri di esistere è facile auspicare non soltanto un sano ecumenismo, ma anche un atteggiamento di rispetto e di tolleranza degli altri; e questo riguarderebbe soprattutto le religioni monoteiste, per intendersi gli ebrei i musulmani e i cristiani.

Il Vescovo Risponde

La chiesa insegna ancora la verità?

La chiesa insegna ancora la verità?

“In questo periodo storico in cui mancano risposte chiare e le persone sono disorientate e in cui c’è sete di certezze, perché la Chiesa ha smesso di essere un riferimento saldo, chiaro e sicuro? Lo dico da agnostico, non da credente”

Formazione permanente

Una omelia da non perdere

Una omelia da non perdere

Una omelia da non perdere, per questo ve la giro perché possiate anche voi compiacervi sulla verità annunciata dall’Arcivescovo di Parigi Mons. Aupetit: si giustificano le cattive azioni con buoni sentimenti. 

Iscriviti alla newsletter

Scrivi a Mons. Giuseppe Mani

Scrivia Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright © 2019 giuseppemani.it - Powered by NOVA OPERA