• Benvenuto sul nuovo portale di
    Mons. Giuseppe Mani

  • Giuseppe Mani

    Cattedrale Web

Buona novella

Non videro altro che Gesù

Non videro altro che Gesù

Oggi la Chiesa ci conduce sul Tabor ad assistere alla Trasfigurazione di Gesù. Attraverso la sua Trasfigurazione annuncia ai discepoli la sua Resurrezione, Gli rivela la gloria della sua divinità. Questo Vangelo va letto con tutto il retroterra biblico: il sonno degli apostoli, Pietro e le tre tende. La preghiera di Gesù.

Siamo liberi perché figli di Dio

Siamo liberi perché figli di Dio

Le tentazioni di Gesù: vecchie come il mondo. “ condotto dallo Spirito nel deserto dove per quaranta giorni fu tentato dal diavolo”. Ciò che il vangelo ci dice di Gesù esprime esattamente la situazione del cristiano in rapporto alla quaresima: quaranta giorni di impegno spirituale per “progredire nella conoscenza di Gesù Cristo e aprirci alla luce attraverso una vita più fedele”. Ogni anno la liturgia ci attende per condurci con Gesù nel deserto per ricominciare questa lotta sempre più dura che è la battaglia di tutti gli uomini contro le forze della morte che ci minacciano.

Mercoledì delle ceneri

Mercoledì delle ceneri

Il mercoledì delle ceneri, primo giorno di quaresima, è contrassegnato dall’imposizione delle ceneri: il sacerdote depone un po’ di cenere sulla fronte dei fedeli, in segno della fragilità dell’uomo ma anche della speranza nella misericordia di Dio.
Il simbolismo delle ceneri si trova già nell’antico testamento. Evoca globalmente il peccato e la fragilità dell’essere. Quando l’uomo si copre di cenere vuol mostrare a Dio che riconosce i suoi peccati. Per conseguenza chiede a Dio perdono e fa penitenza.

Il Vescovo Risponde

Cos’è il digiuno?

Cos’è il digiuno?

Digiunare è privarsi momentaneamente di qualcosa che ci è necessaria e piacevole per darsi il tempo di ritrovare l’essenziale.
Il digiuno ci permette di conoscere meglio ciò che ci abita. Quali sono i nostri desideri più profondi? Lo scopo del digiuno è di donarsi fame e sete della Parola di Dio.. Non è soltanto un gesto di penitenza ma anche di solidarietà con i poveri ed un invito all’elemosina. E’ la privazione volontaria di ciò che desideriamo: il fumo, l’alcol, la televisione il computer…. Tutto ciò che mette la nostra vita sotto la tirannia dell’abitudine e del bisogno.

Formazione permanente

Da dove cominciare

Da dove cominciare

Da dove cominciare la conversione della Chiesa, da una chiesa che evangelizza per generazione, di padre in figlio, ad una chiesa missionaria. Guardando in dietro la vita religiosa è stata essenzialmente una vita parrocchiale, cioè legata al territorio e questa è in crisi soprattutto per il fenomeno dell’urbanizzazione e dello spopolamento delle campagne.

Lettera della settimana

Ѐ ora di diventare cristiani

Ѐ ora di diventare cristiani

Una delle caratteristiche di chi si mette a lavorare con Dio è quella di non essere mai soddisfatto. Con Lui può essereci solo un rapporto di amore e non è possibile competere con uno che è Amore Infinito e che ti ama di un amore ciascuno di un amore geloso. Diceva Sant’Ignazio d’Antiochia “Quando sarò lassù sarò veramente cristiano”, certamente perché “allora saremo simili a Lui perché lo vedremo così come Egli è”.

Facebook

Iscriviti alla newsletter

Scrivi a Mons. Giuseppe Mani

Scrivia Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright © 2019 giuseppemani.it - Powered by NOVA OPERA

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioni Ok