• Benvenuto sul nuovo portale di
    Mons. Giuseppe Mani

  • Giuseppe Mani

    Cattedrale Web

Buona novella

Pentecoste 2018

Pentecoste 2018

“Sono venuto a portare il fuoco sulla terra e cosa desidero se non che si accenda?” Questo desiderio di Cristo era stato preannunciato dal Battista: ”viene Colui che è più forte di me…. Egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco” (Lc 3,15)
Eccoci arrivati al culmine del nostro cammino spirituale che dalle Ceneri, per cento giorni, ha riassunto tutta la storia della salvezza. E’ la Pentecoste, il giorno in cui viene dato all’uomo la pienezza di Dio, entra nel mondo la Potenza dello Spirito.

Ascensione di Gesù al cielo

Ascensione di Gesù al cielo

Dove guardare : verso il cielo o verso la terra? Siamo continuamente tentati di fare una scelta di orientare il nostro sguardo. E’difficile trovare un equilibrio. Quando cerchiamo di trovare la buona “lunghezza di onda” per la nostra vita cristiana e spirituale ci sentiamo più di una volta strattonati. Il rischio di rimandare a più tardi la scelta è effettivo. L’impegno alla sequela di Cristo ci impone una scelta. Cosa ci propone la festa di oggi?
Ci suggerisce di non perdere troppo tempo in meditazioni interminabili che potrebbero risultare vane. In effetti scegliere l’uno contro l’altro sarebbe una scelta distruttrice del Regno di Dio.
Ciò che piuttosto dobbiamo dire è che siamo rivolti verso un avvenire al di la del domani immediato ma che non potrà essere intravisto che attraverso il domani e che non si realizzerà che attraverso di esso.

È difficile amare

È difficile amare

Tutte le domeniche di Pasqua sono caratterizzate dalla meditazione sull’amore. Perché alla luce della Pasqua non si agisce e non si può agire che per amore. E’ l’amore che presiede il gesto di Cristo che sul Golgota conclude il cammino della Palestina. Amore, un tema universalmente condiviso, un desiderio  universalmente partecipato, un tormento non meno universale.

Lettera della settimana

Sistemazione provvisoria

Sistemazione provvisoria

“Oggi sono felice, felice, felice, perchà Gesù è felice!” Scriveva Charles de Foucauld nel suo commento al vangelo del giorno dell’Ascensione. Gesù è felice perché è tornato alla casa del Padre dopo aver compiuto la sua missione di salvezza. Ho vissuto l’esperienza di questa felicità domenica scorsa celebrando la festa dell’Ascensione con i detenuti di Rebibbia.

Testimonianze

Testimonianza di Mattia

Testimonianza di Mattia

Carissimi lettori,mi chiamo Mattia Albano, sono un seminarista del Seminario Maggiore Interdiocesano di Basilicata e vorrei parlarvi della mia esperienza vocazionale. Il seminarista, in cerca di una risposta alla sua chiamata, interroga Dio così come un bambino interroga suo padre, con fiducia e pazienza, sicuro che la risposta giusta sarà data a tempo debito, quando sarà in grado di assimilarla. Così anche in tutti gli ambiti della nostra vita , secondo le circostanze, dobbiamo confrontarci con dei perché: chi sono? perché esisto? perché c’è la sofferenza o il male?

Facebook

Iscriviti alla newsletter

Scrivi a Mons. Giuseppe Mani

Scrivia Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright © 2017 giuseppemani.it - Powered by NOVA OPERA