Blog

Buona novella

Il fuoco sulla Terra

Il fuoco sulla Terra

Il Vangelo di oggi può ricevere due interpretazioni disastrose. La prima consiste nel credere che Dio voglia la divisione, che è Lui che mette gli uomini in stato di conflitto. In realtà Cristo constata che la sua venuta provoca dei conflitti. Perchè? Perché viene a proclamare che Dio è amore e che è la presenza attiva di questo amore. Dinanzi all’amore tutto quello che è nell’uomo di ripiegamento su di se, di volontà di dominare si rivolta. E’così che Cristo, pietra data perché potessimo costruire su di Lui diviene pietra d’inciampo e segno di divisione. Il buono e il cattivo di ogni uomo dinanzi a Lui vengono alla superficie. La fede, terreno dell’amore, può farci sormontare questa divisione interiore, generatrice di divisioni tra di noi.

Assunzione di Maria S.S. al cielo

Assunzione di Maria S.S. al cielo

Dio onora una donna.

“Tutte le generazioni mi chiameranno beata! Ecco un annuncio pienamente realizzato dopo secoli. I cristiani festeggiano Maria, la prima della nostra razza ad aver seguito perfettamente Gesù, suo Figlio e suo Signore, figlio di Dio e figlio dell’uomo.
Maria è la donna perfetta nel quotidiano, modello per tutte le esistenze. Le tre letture bibliche di oggi mettono in luce le tre vittorie di Maria.

Testimonianze

LA MIA VOCAZIONE: IL MIO MISTERO

LA MIA VOCAZIONE: IL MIO MISTERO

La mia vocazione?
Come parlarne? Come dirne l’essenziale bellezza senza banalizzarla o profanarla?
Può una realtà così grande con poche parole essere definita e spiegata? Esistono poi espressioni adatte a tal fine, concetti degni e adeguati a tale “impresa”?
Ne provo timore a parlarne; paura a tacere!

Don Gianfranco

Don Gianfranco

Se volessi riassumere il racconto della mia vocazione sacerdotale, avrei una sola parola con cui rappresentarla: SOGNO. Da poco tempo ho celebrato il mio 25° anniversario di sacerdozio, e in quell’occasione ho avuto modo di guardare indietro a tutti gli anni trascorsi in parrocchia. Definirla una esperienza straordinariamente bella è riduttivo, ecco perché penso che la parola “SOGNO” la descriva in pienezza.

Lettera della settimana

Un profeta del nostro tempo è tornato alla casa del Padre: Jean Vanier

Un profeta del nostro tempo è tornato alla casa del Padre: Jean Vanier

La cosa più importante non è fare delle cose per i poveri, ma di entrare in rapporto con loro, di aiutarli a trovar fiducia in loro stessi e scoprire i propri doni.” Questo è Jean Vanier, quella persona straordinaria che ho incontrato una sola volta, per un solo pomeriggio quando, sapendo che era a Roma, lo volli al Seminario Romano per farlo conoscere ai miei seminaristi che ne rimasero segnati. Era nato il 10 settembre 1928.

Ѐ ora di diventare cristiani

Ѐ ora di diventare cristiani

Una delle caratteristiche di chi si mette a lavorare con Dio è quella di non essere mai soddisfatto. Con Lui può essereci solo un rapporto di amore e non è possibile competere con uno che è Amore Infinito e che ti ama di un amore ciascuno di un amore geloso. Diceva Sant’Ignazio d’Antiochia “Quando sarò lassù sarò veramente cristiano”, certamente perché “allora saremo simili a Lui perché lo vedremo così come Egli è”.

Copyright © 2019 giuseppemani.it - Powered by NOVA OPERA