Categoria: Buona novella

Il regno di Dio

Il regno di Dio

XV Domenica del T.O.

In queste tre domeniche il Signore ci parla del Regno di Dio: il tema fondamentale della sua predicazione.
Cos’è il regno di Dio? Non è un regno futuro o da instaurare ma la sovranità di Dio sul mondo, che, in modo nuovo diventa realtà nella storia. Parlando del Regno di Dio, Gesù annuncia semplicemente il Dio vivente , che è in grado di operare concretamente nel mondo e nella storia e proprio adesso sta operando.

Ti benedico Padre!

Ti benedico Padre!

XIV Domenica T.O.

All’inizio del vangelo di questa domenica troviamo Gesù in Preghiera che sorprende  discepoli per ciò che chiede al Padre. Avrebbe sorpreso chiunque se alla fine di una lezione si rallegrasse perché non tutti lo hanno capito ma soltanto alcuni. In termini statistici il suo è stato un successo a metà.

Non è degno di me

Non è degno di me

XIII Domenica del T.O.

Quando si ascoltano queste parole di Gesù si rischia di fermarci sull’immagine dell’eroismo. Di uomini , dei “martiri” che hanno perso la loro vita o la perdono per Gesù Cristo. D’altra parte queste parole sono state pronunciate in un contesto di crisi. E’ vicino Il momento in cui Gesù sta per essere crocifisso. Il momento in cui può contare i suoi discepoli: rimane solo con un uomo e tre donne ai piedi della Croce.

Non temete gli uomini

Non temete gli uomini

XII Domenica del T.O.

Il Signore oggi ci aspetta presentandoci una figura di grande livello per introdurci alla Sua parola: Geremia. Il profeta non si fa illusioni : sento le insinuazioni di molti: terrore all’intorno! Denunciatelo e lo denunceremo. Tutti i miei amici spiavano la mia caduta. Ci prenderemo la nostra vendetta”. Ma Geremia non molla dinanzi ai suoi nemici : “La loro vergogna sarà eterna e incancellabile.”

Io sono il Pane di Vita

Io sono il Pane di Vita

Corpus Domini 2020

Nelle sette settimane dopo la Pasqua abbiamo seguito il Risorto come i discepoli e imparato a scoprire il Suo essere umano ricevuto da Maria trasfigurato dalla Resurrezione.
Adesso , seguendo il Vangelo di Giovanni lo sentiremo sette volte definirsi “Io sono” con un nuovo nome. Il primo tra tutti è “Io sono il pane della vita”.

Festa della Trinità

Festa della Trinità

2020

A conclusione di tutte le feste della nostra Redenzione la chiesa ci invita a fermare lo sguardo su Dio stesso: sulla Trinità. Sappiamo che la Trinità è un mistero ma non è ne oscuro ne astratto ma al contrario è quanto il Vangelo ci fa conoscere di più luminoso su Dio e più precisamente ci accorgeremo che il nostro Dio è un Dio Vivente.

Pentecoste

Pentecoste

2020

La Pentecoste ci ricorda la discesa dello Spirito Santo sui primi cristiani.
Di che Spirito si tratta? Dello Spirito di Dio.
Chi è lo Spirito di Dio? È la terza persona della S.S. Trinità che è come il legame vivente del Padre e del Figlio, l’amore del Padre per il Figlio e del Figlio per il Padre.

Ascensione del Signore al cielo

Ascensione del Signore al cielo

2020

“Io sono felice, felice, felice, perché oggi Gesù è felice” Scrive Charles de Foucauld nel commento al Vangelo della festa di oggi. Ed abbiamo anche noi la ragione di essere felici perché oggi una natura umana come la nostra è stata assunta nella gloria delle divinità. Nelle Trinità c’è una natura umana come la mia. Oggi è l’esaltazione della natura umana.

Se mi amate...

Se mi amate...

VI Domenica di Pasqua

“Fedeli ai miei comandamenti”. Leggiamo bene questo vangelo. Fortunatamente non c’è scritto “Se osservate i miei comandamenti io vi amerò”. Questo viene dopo: è l’amore per Cristo che ci fa osservare i comandamenti, non il contrario. L’amore per Cristo non è il primo ma è l’amore di Cristo- di Dio- per noi che ci precede. “Amare come Lui ci ha amati”, “Lui ci ha amati per primo” ecc.

La casa del Padre mio

La casa del Padre mio

V Domenica di Pasqua

Il brano di vangelo che ci viene proposto questa domenica si riferisce al discorso che Gesù fece nel cenacolo agli apostoli e con i capitoli finali del vangelo di Giovanni rappresenta la Nuova ed Eterna Alleanza. Dopo la lavanda dei piedi e l’annuncio del tradimento di Giuda Gesù comincia a parlare della Casa del Padre partendo dalla situazione di tristezza e di sconforto in cui sarebbero caduti a seguito degli eventi.

Il Buon Pastore

Il Buon Pastore

IV Domenica di Pasqua

Il Vangelo ci riporta che Gesù vedendo la folla vicino a Lui, dopo averla sfamata con la moltiplicazione dei pani, fu preso da compassione perché erano "come pecore senza pastore". Questa folla errante senza pastore è l'immagine del mondo che non conosce o non riconosce Gesù Cristo.

Emmaus

Emmaus

III Domenica di Pasqua

Due discepoli camminano. Dove vanno? A Emmaus. Dopo tante ricerche ancora non si sa esattamente dove sia Emmaus. L'incertezza del luogo è spiritualmente piena di senso. Emmaus è dappertutto e da nessuna parte. Quella strada ignota verso cui i due discepoli vanno è "la più larga strada del mondo". Tutte le strade possono diventare strada per Emmaus dove ad un incrocio c'è" Dio in agguato", come scrive Mauriac.

La mano sul cuore

La mano sul cuore

II Domenica di Pasqua

Stiamo celebrando la Pasqua in un clima di articolare sofferenza e speranza. L’uva nel torchio e l’oliva nel frantoio danno il loro frutto, il vino e l’olio. Le prove a cui è stata sottoposta l’umanità hanno rivelato dei valori imprevedibili, primo tra tutti l’amore e l’interesse per l’altro fino all’eroismo e al sacrificio della vita. L’uomo è più buono di quanto si immaginava. Ora alcuni si pongono il problema della ripresa della vita e se la lezione sia servita all’umanità per diventare migliore.

La Pasqua del coronavirus

La Pasqua del coronavirus

2020

“Se Cristo non è risorto vuota è la nostra predicazione e vuota è la nostra fede. E noi risultiamo falsi testimoni di Dio” (1Cor 15, 14). Eppure nessun apostolo aveva assistito alla resurrezione di Cristo. Infatti gli apostoli credettero in lui risorto, più che nella sua resurrezione. L’oggetto della fede pasquale non è tanto il fatto esterno, oggettivo, di uno che torna dal cimitero, quanto piuttosto una Persona vivente che interseca la vita del credente.

Sabato Santo

Sabato Santo

2020

Dopo la tragedia della crocifissione e il terremoto che seguì la morte del Signore il Vangelo ci parla della discesa dalla Croce e della deposizione nel sepolcro. Su tutto questo scende una serenità sovrana: “Tutto è compiuto”. Queste parole di Cristo hanno messo fine alla sofferenza. Il trionfo è guadagnato.

Copyright © 2019 giuseppemani.it - Powered by NOVA OPERA