Categoria: Buona novella

Emmaus

Emmaus

III Domenica di Pasqua

Due discepoli camminano. Dove vanno? A Emmaus. Dopo tante ricerche ancora non si sa esattamente dove sia Emmaus. L'incertezza del luogo è spiritualmente piena di senso. Emmaus è dappertutto e da nessuna parte. Quella strada ignota verso cui i due discepoli vanno è "la più larga strada del mondo". Tutte le strade possono diventare strada per Emmaus dove ad un incrocio c'è" Dio in agguato", come scrive Mauriac.

La mano sul cuore

La mano sul cuore

II Domenica di Pasqua

Stiamo celebrando la Pasqua in un clima di articolare sofferenza e speranza. L’uva nel torchio e l’oliva nel frantoio danno il loro frutto, il vino e l’olio. Le prove a cui è stata sottoposta l’umanità hanno rivelato dei valori imprevedibili, primo tra tutti l’amore e l’interesse per l’altro fino all’eroismo e al sacrificio della vita. L’uomo è più buono di quanto si immaginava. Ora alcuni si pongono il problema della ripresa della vita e se la lezione sia servita all’umanità per diventare migliore.

La Pasqua del coronavirus

La Pasqua del coronavirus

2020

“Se Cristo non è risorto vuota è la nostra predicazione e vuota è la nostra fede. E noi risultiamo falsi testimoni di Dio” (1Cor 15, 14). Eppure nessun apostolo aveva assistito alla resurrezione di Cristo. Infatti gli apostoli credettero in lui risorto, più che nella sua resurrezione. L’oggetto della fede pasquale non è tanto il fatto esterno, oggettivo, di uno che torna dal cimitero, quanto piuttosto una Persona vivente che interseca la vita del credente.

Sabato Santo

Sabato Santo

2020

Dopo la tragedia della crocifissione e il terremoto che seguì la morte del Signore il Vangelo ci parla della discesa dalla Croce e della deposizione nel sepolcro. Su tutto questo scende una serenità sovrana: “Tutto è compiuto”. Queste parole di Cristo hanno messo fine alla sofferenza. Il trionfo è guadagnato.

Venerdì Santo

Venerdì Santo

2020

Il Venerdì Santo è il giorno destinato a commemorare le sofferenze del Salvatore. Non è soltanto il Venerdì Santo destinato a questo! Tutti i giorni della vita di Gesù sono stati segnati dalla sofferenza, fino alla conclusione in Croce, quando disse: “Tutto è compiuto”.

Giovedì Santo

Giovedì Santo

2020

Siamo arrivati alla celebrazione della Nuova ed eterna Alleanza. Quella stipulata sul Sinai con la consegna della Legge era la prima, una preparazione a quella che Gesù ha celebrato il Giovedì e il Venerdì Santo.
Il Giovedì Santo ha anticipato nel suo Cuore quello che si sarebbe compiuto il giorno dopo sul Calvario. San Giovanni ci riferisce “Gesù , sapendo che era giunto la sua ora di passare da questo mondo al Padre, avendo amato i suoi che erano nel mondo, li amò sino alla fine” (Gv 13,1)

Domenica delle Palme

Domenica delle Palme

2020

Siamo arrivati alla fine della Quaresima, una quaresima che passerà alla nostra storia personale perché la Quaresima del coronavirus. Ci inoltriamo nella celebrazione della Pasqua del Signore con la celebrazione della domenica delle Palme. La liturgia di oggi presenta due aspetti: il primo l’accoglienza festosa di Gesù a Gerusalemme, il secondo ci introduce nella sua Passione agonia e morte.

L’ultima prova

L’ultima prova

V Domenica di Quaresima

Siamo arrivati all’ultima tappa prima di salire attraverso “le Palme” a Gerusalemme. Il Profeta Ezechiele , in questa domenica ci annuncia la fine della storia come il giorno in cui Dio riporta la vittoria sul male e sulla morte. L’umanità, rifiutando la grazia e non ascoltando la Parola si chiude in se stessa in una tomba in cui vive una vita vegetativa senza ne grazia ne luce. Peggio autodistruggendosi nella violenza e nella vendetta. Ecco perché i profeti ricordano continuamente l’oggi di Dio. Lui solo apre e guarisce, salva , illumina e conduce il suo popolo.

La Luce

La Luce

IV Domenica di Quaresima

La quarta domenica di Quaresima è la domenica della gioia. Abbiamo trascorso metà della Quaresima e oggi la chiesa ci propone una sosta di gioia. La nostra gioia è legata alla luce e la creazione della luce è il primo gesto che Dio compie nella creazione per far uscire il mondo dal caos.

La sete

La sete

III Domenica di Quaresima

“Era l’ora sesta”(Gv 4,6) La stessa ora in cui sul Calvario disse “ho sete”. Alla samaritana dirà “Ho sete” (Gv19,28) “Donna dammi da bere”(Gv 4,7).
Giunge la donna al pozzo e vede quel giudeo a cui potrebbe offrire gentilmente da bere ma come può farlo ad un giudeo lei che una samaritana.

La trasfigurazione del Signore Gesù

La trasfigurazione del Signore Gesù

II Domenica di Quaresima

In questa seconda tappa della preparazione alla Pasqua La Chiesa ci invita a salire sul monte Tabor, è come allenarsi ad una scalata perché è la preparazione a salire su un altro monte: il Calvario. Tanti sono gli insegnamenti da trarre da questa pagina di vangelo, eccome alcuni.

Le mie tentazioni

Le mie tentazioni

I Domenica di Quaresima

La quaresima comincia con l’invito a tenere i piedi per terra e pensare alle nostre tentazioni; lo fa presentandoci Gesù tentato nel deserto.
Pensando alle mie, alle vostre, alle tentazioni comuni dell’uomo di oggi mi son venuti in mente gli scritti di Bonhoeffer (1906-1945) quando era in prigione dove i nazisti lo avevano incarcerato.

Quaresima 2020

Quaresima 2020

Mercoledì delle ceneri

Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto per essere tentato dal diavolo. Ovviamente lo fece per noi. Per se sarebbe stato tempo perso anche per il diavolo. Per questo: lasciamoci condurre dallo Spirito nel deserto per accorgerci che siamo tentati dal diavolo perché soltanto noi siamo ansiosi di farci vedere – esisto se mi vedono – il diavolo è l’unico che realizza, ovviamente per se, il nascondimento, quindi va scoperto. Potrebbe essere la scoperta fondamentale di questa quaresima. “Essere insidiati continuamente dal diavolo”.

Siate Santi

Siate Santi

VII Domenica del T.O.

Il tempio di Dio siamo noi tutti insieme. E’ là che abita lo Spirito. Lo Spirito in ciascuno di noi ci rende atti all’unità. Richiamarsi a Paolo, ad Apollo o a Pietro per opporsi tra di loro , i Corinti distruggono il tempio di Dio distruggendo questa unità. Il nocciolo del problema è di affidarsi ad una certa “saggezza”, cioè appoggiarsi ad una certa concezione dell’uomo, di Dio, della vita, per entrare in conflitto con gli altri. Queste ideologie, spesso intelligenti sono rappresentate da uomini, da leaders “io sono per Benedetto, io per Francesco, io per Wojtyla” Da notare che nella lettura sono elencati Pietro e Paolo, Apollo. L’opporsi tra di loro è una follia.

La vita e la morte

La vita e la morte

VI Domenica del T.O.

“A ciascuno sarà dato ciò che a lui piacerà”. Creando l’uomo , Dio gli ha dato il potere di ricrearsi, cioè di farsi ad immagine e somiglianza dell’Amore. Questo significa che si crea aperto alla comunione e all’unità; è l’umanità riunita nell’amore che è l’uomo uno ad immagine di Dio Uno. Questo significa che si crei “secondo la legge”. La legge che si riassume nel comandamento dell’Amore dice i tratti dell’immagine di Dio. Quando l’umanità non si costruisce secondo l’Amore piomba nella vertigine della morte e dell’uccisione attraverso la strada della volontà di dominio...

Copyright © 2019 giuseppemani.it - Powered by NOVA OPERA